Un recente studio ha dimostrato che le specialità farmaceutiche a base di coindroitin solfato, un naturale componente della cartilagine, sono molto efficaci nel trattamento dell’artrosi al ginocchio.

L’importante novità, presentata per la prima volta al congresso annuale dell’ACR/ARHP 2015 (American College of Rheumatology/Association of Rheumatology Health Professionals), è un grosso passo avanti per chi soffre di questa patologia e fino ad oggi poteva contare solo su antiinfiammatori e antidolorifici per ridurre dolore e infiammazione.

Lo studio ha dimostrato che il condroitin solfato possiede, oltre all’efficacia comprovata sul dolore, il cosiddetto “effetto condroprotettivo” ossia previene il danno all’articolazione causato dalla malattia, proteggendo cellule e tessuti a livello dell’articolazione.

Il problema: cos’è l’osteoartrosi?
L’osteoartrosi è una malattia degenerativa che provoca dolore e rigidità dell’articolazione e nel tempo limita la libertà di movimento di chi ne soffre, specie se sono coinvolte le ginocchia, deputate proprio a sorreggere il peso. Essa è dovuta alla perdita della cartilagine, un tessuto che ricopre le estremità delle ossa coinvolte nell’articolazione e che permette che durante il movimento scivolino l’una sull’altra impedendone lo sfregamento. Ha inoltre l’importante funzione di ammortizzare gli urti e le sollecitazioni dovute al moto.

L’osteoartrosi è una malattia a decorso molto lento, comincia a manifestarsi già dai 40 anni, a volte anche in maniera asintomatica, generalmente la massima incidenza si riscontra a partire dai 75 anni.

Per quanto riguarda la localizzazione, può colpire varie articolazioni come mani, piedi, anca ma più frequentemente il ginocchio.

In particolare le cause dell’artrosi al ginocchio sono ancora poco chiare, anche se esistono fattori di rischio che aumentano sensibilmente la probabilità di ammalarsi come:

  • predisposizione genetica;
  • traumi al ginocchio (come asportazione del menisco o lesione dei legamenti);
  • obesità;
  • vita sedentaria;
  • attività fisica eccessiva e inadeguata;

L’azione protettiva del condroitin solfato

Il condroitin solfato è una molecola naturale e un componente fondamentale della cartilagine che le conferisce le due principali proprietà che la caratterizzano, ossia resistenza meccanica ed elasticità. Le specialità farmaceutiche a base di condroitin solfato hanno dimostrato di:
  • aumentare la sintesi dei proteoglicani (molecole che compongono la cartilagine);
  • ridurre la morte delle cellule che producono la cartilagine (condrociti);
  • inibire la degradazione della cartilagine;
  • limitare l’infiammazione;
  • ridurre la perdita dell’osso dovuta allo sfregamento;
  • ridurre il dolore e il gonfiore.
Il grosso vantaggio legato all’utilizzo del farmaco a base di condroitin solfato è quello di poter ridurre il consumo di FANS (Farmaci Antiinfiammatori Non Steroide) e degli antidolorifici in genere, farmaci efficaci ma con enormi effetti collaterali specie a livello gastrointestinale.

Lo studio ha infine sottolineato che “l’efficacia terapeutica del condroitin solfato dipende dalla purezza della molecola (guarda l’intervista con il Prof. Nicola Volpi Università di Modena e Reggio Emilia) e dalla sua concentrazione, quindi i risultati ottenuti utilizzando il farmaco su prescrizione non possono essere estesi ad altri prodotti quali gli integratori”, in quanto molto spesso non hanno una quantità sufficiente di condroitin solfato per avere efficacia sull’artrosi.

Il condroitin solfato è una soluzione sicura ed efficace per chi soffre di artrosi al ginocchio, sia per ridurre la progressione della malattia che per arginare il dolore e la rigidità, sintomi che limitano la libertà e l’indipendenza di chi ne soffre.

Lo studio

In a Two-Year Double-Blind Randomized Controlled Multicenter Study, Chondroitin Sulfate Was Significantly Superior to Celecoxib at Reducing Cartilage Loss with Similar Efficacy at Reducing Disease Symptoms in Knee Osteoarthritis Patients
Jean-Pierre Pelletier, Jean Pierre Raynauld, André Beaulieu, Louis Bessette, Frédéric Morin, Artur J Fernandes, François Abram, Marc Dorais and Johanne Martel-Pelletier

Bibliografia

Adebowale AO et al. Analysis of glucosamine and chondroitin sulfate content in marketed products and the Caco-2 permeability of chondroitin sulfate raw materials. J Am Nutraceut Assoc 2000; 3: 37-44.

Volpi N. Quality of different chondroitin sulfate preparations in relation to their therapeutic activity. J Pharm Pharmacol 2009; 61 (10): 1271-80

Ultimo aggiornamento 22/04/2016