Nel trattamento del dolore acuto localizzato il cerotto medicato transdermico si pone come soluzione ideale soprattutto per quei pazienti che fino a poco tempo fa non erano considerati “da trattare”: sportivi, escursionisti, giovani con lesioni da prestazione atletica. Non solo terza età, quindi. Ne parla il Dott. Claudio Cricelli, Presidente SIMG.
Ascolta l’intervista

Oggi sono ancora più numerose le cause che provocano dolore acuto, perché questo è spesso legato alla pratica sportiva: al tennis, alla corsa… si tratta di un dolore acuto diverso, ma in questo modo si avvicinano al trattamento del dolore categorie di persone che prima non lo conoscevano. Pensiamo agli sportivi, ai ragazzi che fanno attività sportiva a scuola, ma pensiamo anche alle persone che non praticano attività sportiva, ad esempio chi fa lunghe camminate spesso si trova con un ginocchio o con la schiena dolente: queste sono tutte problematiche che prima non venivano considerate come trattamento del dolore.
Il cerotto ha le caratteristiche ideali per rispondere a questo tipo di problema, perché è semplice da trovare in farmacia, è del tutto intuitivo, soprattutto per le persone giovani. Il cerotto è ormai pienamente entrato nelle abitudini di impiego di una popolazione sempre più ampia, che non esclude i soggetti più anziani.