Il dolore toracico è un disturbo molto comune che può manifestarsi in diversi modi che vanno da una forte pugnalata a un dolore sordo. Qualche dolore al petto è descritto come schiacciamento o bruciore. In alcuni casi, il dolore si estende fino al collo, alla mascella e può irradiarsi posteriormente o verso una o entrambe le braccia.
Molte possono essere le cause ma sempre si tratta di un avvertimento di possibili disturbi anche gravi e potenzialmente pericolosi per la vita stessa – specialmente quelli che coinvolgono il cuore e i polmoni – e pertanto non dovrebbe essere mai sottovalutato. Poiché può essere difficile determinare la causa esatta del dolore al torace, è sempre meglio chiedere un consulto medico immediato.

LE CAUSE DEL DOLORE TORACICO

Il dolore toracico ha molte possibili cause, ognuna delle quali merita attenzione medica.

Cause cardiache
Angina. Dolore di tipo gravativo, indicato come un senso di oppressione toracica, specialmente durante uno sforzo (da distinguere dal dolore a tipo fitta che si può ricondurre a dolori di natura più prettamente muscolare) dovuto all’ischemia miocardica (riduzione dell’offerta di ossigeno al cuore).

Infarto cardiaco. Dolore di tipo oppressivo (assimilabile ad una pugnalata) al centro del torace o in sede diaframmatica (rilevato come un forte dolore alla parte alta dello stomaco), con irradiazione al collo e maggiormente al braccio sinistro. Causato da una insufficiente irrorazione sanguigna dovuta ad una improvvisa stenosi (occlusione) delle coronarie, le arterie che irrorano il cuore.

Dissezione aortica. Questa condizione coinvolge l’aorta, l’arteria principale che trasporta il sangue dal cuore e mette in pericolo di vita. Causata dalla separazione degli strati più interni di questo vaso sanguigno attraverso cui il sangue penetra, causandone la rottura con improvviso e lancinante dolore al torace e tra le scapole. I sintomi inizialmente possono essere simili a quelli di altre malattie potendo ritardare la diagnosi. Tuttavia, se viene precocemente diagnosticata, le probabilità di sopravvivenza si elevano in maniera notevole.

Pericardite. Dolore acuto che peggiora durante l’inspirazione, spesso simile a quello causato dall’infarto cardiaco. Questa condizione è dovuta ad un’infiammazione della membrana che circonda il cuore (pericardio), di solito provoca dolore acuto che peggiora quando si respira o quando si stabiliscono.

Cause digestive
Alcune volte il dolore toracico può essere causato da disturbi del sistema digerente, tra cui:

Gastrite/Reflusso gastrico/ernia iatale. Sensazione di bruciore dietro lo sterno (pirosi) si verifica quando i succhi acidi dello stomaco risalgono nell’esofago.

Disturbi della deglutizione. Disturbi dell’esofago possono rendere difficile la deglutizione e provocare anche dolore.

Calcoli biliari o infiammazione della colecisti o del pancreas possono causare dolore addominale che si irradia al petto.

Cause muscolo-scheletriche
Alcuni tipi di dolore toracico sono associati con problemi che interessano le strutture che compongono la parete toracica.

Costocondrite. Infiammazione delle cartilagini che uniscono le costole allo sterno.

Dolori muscolari. Sindromi muscolari dolorose croniche, possono produrre persistente dolore al petto legati muscolare.

Fratture. Una frattura costale può causare dolore al petto.

Cause polmonari
Molti disturbi polmonari possono causare dolore al petto, tra cui:
Embolia polmonare. Dolore toracico oppressivo che si verifica quando un coagulo di sangue (embolo) si interpone al flusso venoso nelle arterie polmonari (arterie che irrorano i polmoni) fino a bloccarlo e provocare un infarto polmonare. Se l’embolo si interpone nelle parti iniziali dell’arteria polmonare o se gli emboli sono multipli (embolia polmonare massiva) la morte può avvenire immediatamente senza l’insorgenza della sindrome dolorifica.

Pleurite. Dolore di tipo sordo (profondo) ed intensificato dalla inspirazione e dalla tosse che insorge quando la membrana che ricopre i polmoni (pleura) si infiamma.
Collassso polmonare. Il dolore toracico associato ad un polmone collassato (riduzione del volume polmonare) inizia tipicamente improvvisamente e può essere. Un polmone può collassare quando si interpone aria o liquido nello spazio tra il polmone e le costole.

Ipertensione polmonare. Anche l’alta pressione sanguigna delle arterie polmonari può essere causa di dolore toracico.

Il dolore toracico può essere causato anche da:

 Attacco di panico. Spesso attacchi di panico acuti si possono associare a dolore toracico, battito cardiaco accelerato (tachicardia), accelerata frequenza respiratoria (tachipnea), sudorazione profusa, sensazione di fame d’aria (dispnea), nausea, vertigini e paura di morire.

Herpes zoster. Causata da una riattivazione del virus varicella-zoster può produrre dolore lancinante con o senza la presenza di una banda alla schiena o intorno alla parete toracica.

COSA FARE IN CASO DI DOLORE TORACICO

In caso di dolore acuto toracico non esitate a recarvi o a chiamare immediatamente il vostro medico di fiducia, al fine di aiutarlo a capire l causa del vostro dolore e a guidarvi nel miglior iter diagnostico/terapeutico sarà necessario:
  • Descrivere dettagliatamente i propri sintomi
  • Fornire un’adeguata storia familiare sulle patologie (anamnesi familiare)
  • Fornire una lista di tutti i farmaci ed integratori che si assumono.