Particolare attenzione all’utilizzo dei farmaci anti-infiammatori per combattere il dolore acuto (sia FANS che corticosteroidi) va posta per i seguenti pazienti:

  • Anziani, specialmente quelli che assumono altre terapie a regime giornaliero, perché si possono generare interazioni farmacologiche o effetti da sovradosaggio e pertanto diventa più probabile l’insorgenza di effetti collaterali anche gravi.
  • Bambini e lattanti devono essere considerati diversamente dagli adulti. Infatti sono oggi disponibili farmaci diversi a seconda dell’età.
  • Pazienti affetti da malattie del fegato e malattie del rene, in quanto questi due sono i principali organi deputati al metabolismo dei farmaci (meccanismi chimici e fisici in grado di modificare i farmaci ed eliminarli dal corpo umano).
  • Pazienti affetti da malattie croniche e che già assumono altri farmaci, per le possibili interazioni tra i farmaci e i probabili effetti indesiderati.
Per tutte queste categorie è fondamentale il parere del proprio medico prima di assumere farmaci antinfiammatori.